Pagina initiale Sommario

P. Svarogich

Principia di astrologia polizodiacale

4. Tempi simbolici
4.1. Trasformazioni simboliche. Linea mondiale di nato
4.2. Sistemi tradizionali di tempi simbolici

4.2.1. Progressione solare-terrestre
4.2.2. Direzione solare-terrestre

4.3. Profezione

4.1. Trasformazioni simboliche. Linea mondiale di nato

L’uso per previsioni dei tempi simbolici lo rappresenta uno dei più meraviliosi enigme di astrologia. Se l’ipotesi principale del lavoro presente può essere considerato almeno come un chiarimento della natura di zodiaco, pari la determinazione corretta della trasformazione simbolica dei tempi lascia un sentimento di un mistero inesplorato. Comunque, sia determinazioni tradizionali lineari di progressione, direzione, profezione, come un insieme di altri sistemi di tempi simbolici inventati da astrologi in XX secolo, lasciano un'impressione di artificiosità, di dipendenza da accordi umani.

Ricordiamo in contorno le determinazioni di questi metodi generalmente accettate in astrologia. Versioni dei metodi differiscono da dettagli, così è importante definire le idee generali per versioni diverse dei metodi. Progressione: 1 anno di tempo transito è uguale a 1 giorno di tempo progresso. Direzione: 1 anno del tempo transito è uguale a 4 minuti di tempo direzionale, o 1º della rotazione del cerchio zodiacale. Profezione: 1 anno del tempo transito è uguale al 30º della rotazione del cerchio zodiacale. Tempi simbolici si rapportano all'evoluzione di oggetto certo trattato come un'interezza, nato nel momento certo del tempo nel luogo certo. Nelle uguaglianze specificate il tempo transito come i tempi simbolici è contato a partire da questo momento. Studiamo dai metodi astrologici le interezze diverse: persone, animali, nazioni, organizzazioni, stati ecc. Le determinazioni menzionati di trasformazioni simboliche dei tempi non sono liscie a causa dell'instabilità della durata del giorno solare causata dall’ellitticità dell’orbita terrestre ed dalla non-uniformità della rotazione della Terra, o sono basate sul giorno medio solare, essendo la frutta di accordi umani. È chiaro che le determinazioni ben fondate di trasformazioni simboliche dei tempi devono essere fondate su solo una concezione e I veri moti di corpi massici.

Quello, che sotto il nome "direzione" si nasconde propriamente una trasformazione temporale, è stato già capito nella tarda Età Media. La definizione essa di direzione, come è stata data nella versione di Naibod [12] o nella stessa di Tolomeo-Placido [11], implica propriamente una relazione tra l'intervallo di tempo transito vissuto da nato dalla sua nascita ed l'intervallo di un’altro tempo, anche contato a partire dalla stessa nascita. L'esiste anche un'opinione che la definizione di progressione può essere trovato nel Vangelo, quale testo è certamente più vecchio, che tutti fonti medievali su metodi astrologici menzionati nell'introduzione. In fatto li è implicato anche propriamente la trasformazione temporale, ció significa la relazione tra 2 intervalli di tempo trascorsi dal momento di nascita. Avendo ottenuto secondo uno di queste trasformazioni il momento di tempo (progresso o direzionale) corrispondente al momento di tempo transito, l'astrologo medievale erigè una tema per questo momento (progresso o direzionale) di tempo. I metodi, nei quali è necessario spostare le cuspidi delle case o pianeti lungo il cerchio zodiacale solare dal certo numero di gradi per annum o mese ecc., si sono diffonssi, probabilmente, non più primo di XIX o XX secoli. È più probabile che la loro divulgazione sia connettuta con il periodo della decadenza di astrologia, quando l'astrologia è stata avuta la manutenzione da gente, avendo solo perizia matematica elementare, insufficiente per eseguire i calcoli sofisticati matematici, distintivi per gli astrologi medievali. Sebbene è necessario notare che alcuni metodi di tale genere sono giustificati in parte. Questo vuol dire che certa parte dei calcoli presa da tali metodi può dare resultati sufficienti. Pensiamo che esattamente dovuto a questa particolarità tali metodi non morissero immediatamente.

Appena dal momento di tempo transito il momento progresso o direzionale è stato ricevuto con uso di uno delle definizioni generalmente accettate, è necessario decidere, quali coordinate geografiche è necessario usare per l'erezione delle teme natali e progresse (direzionali). Nella letteratura possiamo trovare la varietà di opinioni diverse. Tale situazione riflette il fatto che davvero sia necessario tenere in considerazione i spostamenti di nato durante la sua vita, quando determiniamo il suo trasformazione temporale. Sopra abbiamo proposto chiamare come un evento una combinazione di posizione di nato con un momento di tempo, quando era là. Così, invece di trasformazione temporale è necessario considerare la trasformazione degli eventi o la trasformazione della linea mondiale di nato. Questo anche segue dalle definizioni esatte dà sotto, dal fatto che la trasformazione temporale contiene come parametri le coordinate di nato nei momenti diversi della sua vita. La sequenza degli eventi della vita di nato come combinazioni di coordinate e momenti di tempo è appropriato chiamare come linea mondiale di nato. Usando la definizione data giusto sopra, è possibile dire che davvero costruiremo un trasformazione della linea mondiale di nato nella stessa. L'evento di nascita come una combinazione del momento di nascita e delle coordinate del luogo di nascita è il punto immobile, quale è proiettato sullo stesso.

Per costruire una trasformazione liscia temporale considereremo due zodiaci. Ciascuno dei cerchi zodiacali scelte ha un'origine fondamentale e l’origine trovandosi nell’intersezione dell'equatore locale di primo cerchio zodiacale con l'equatore locale dell'altro. Ciascuna di 2 origini muove relativo al punto dell’intersezione. Identifichiamo i moti di 2 origini fondamentali relativo all’intersezione. Vale a dire: mettiamo in corrispondenza l'intervallo del tempo considerato T all'altro intervallo t così che lo spostamento del nodo locale ascendente del secondo zodiaco sul primo riguardo all’origine fondamentale del primo zodiaco per l'intervallo considerato di tempo T è uguale allo spostamento del nodo locale discendente del primo zodiaco sul secondo riguardo all’origine fondamentale del secondo zodiaco per l'intervallo di tempo t.
.
(7)
Siccome il moto di ciascuna di 2 origini fondamentali relativo al nodo locale ha luogo nel tempo transito, ma con le velocità diverse in unità longitudinale zodiacale, come un risultato abbiamo trasformazione temporale. Chiamiamo il momento di nascita di un oggetto considerato come un'interezza come momento di creazione. Sia che da un momento di creazione è passato l’intervallo di tempo T. Scegliamo quello cerchio zodiacale, su quale il moto dell’origine fondamentale relativo al punto dell'intersezione di due equatori locali succede con la velocità più piccola nell’unità longitudinali zodiacali. Sia che per l’intervallo specificato di tempo l’origine fondamentale si è spostata dall'angolo F  (=). Sul cerchio zodiacale del secondo zodiaco l’origine fondamentale si è spostato dallo stesso angolo F per un’intervallo di tempo più piccolo t. Abbiamo costruito la trasformazione tempolrale. Il punto con la coordinata t sulla scala di tempo simbolico col momento di creazione come un’origine corrisponde al punto con la coordinata T sulla scala di tempo reale con la stessa origine. Se consideriamo che il tempo transito è uno per tutti in prossimità di certo punto (la Terra), il tempo simbolico sarà un tempo interno di nato, esistente solo durante la vita di questo nato considerato come interezza, distaccato dal tempo transito al momento di creazione. Chiamiamo la così definita scala di tempo simbolico come tempo progresso.

Questa trasformazione può essere costruito per ciascuno paio degli zodiaci. Comunque questa trasformazione (funzione) può non essere reciprocamente univoca quando il punto dell'intersezione di questi due zodiaci cambia la direzione del suo moto riguardo all'uno dell’origini fondamentali.

4.2. Sistemi tradizionali di tempi simbolici

4.2.1. Progressione solare-terrestre

Passiamo alla costruzione di versioni conformi delle definizioni delle scale note di tempi simbolici. Cominciamo col paio degli zodiaci — solare e terrestre. È logico chiamare la trasformazione corrispondente come progressione solare-terrestre. La progressione esatta solare-terrestre costruita da mezzi degli zodiaci locali è data completamente dalla definizione generale. Diamo una definizione di versione approssimata della progressione solare-terrestre costruita sulla base dello Zodiaco solito (solare) ed il cerchio delle case come zodiaco terrestre. È facile vedere che lo spostamento angolare del punto di levante (l’origine fondamentale) dello zodiaco terrestre riguardo al punto primaverile è uguale all'intervallo del tempo siderale tradotto all’unità angolari contando 360º per 24 ore di tempo siderale. Lo spostamento angolare dell’origine fondamentale sullo zodiaco solare è dato dal cambiamento della longitudine eclittica del Sole. Per essere esatto, il Sole non dovrebbe essere marcato sul cerchio zodiacale solare, comunque lo spostamento del punto di congiunzione (o dell’origine fondamentale localizzata esattamente al 90º in senso orario da esso), con quale il Sole coincide sullo zodiaco solare locale, è misurato, usando le nozioni dell'astrologia tradizionale, con una buona accuratezza da cambiamento della longitudine eclittica del Sole. Sotto tale definizione un giorno siderale è uguale a un anno tropicale. Comunque in punti intermedi tale definizione non dà un trasformazione lineare, perché il moto del Sole lungo il cerchio zodiacale solare è non-uniforme. Per ottenere l’intervallo di tempo progresso, passato dal momento di creazione, è necessario calcolare il cambiamento della longitudine eclittica del Sole dal momento di creazione fino al momento considerato del tempo transito, ossia il valore di spostamento angolare non limitato da una rivoluzione (360°). Dopo questo è necessario trovare il momento di tempo, per quale lo spostamento angolare di punto primaverile (ossia l'intervallo di tempo siderale) dal momento di creazione è uguale allo spostamento angolare del Sole lungo l’eclittica. Il momento di tempo ottenuto è un momento di tempo progresso, corrispondente al momento del tempo transito dato.

La tema progressa (uno dei cerchi zodiacali, ad esempio, zodiaco solare) è eretta per questo momento di tempo e per il luogo dell’ubicazione di nato a questo momento. Come uno spostamento angolare del Sole lungo eclittica dipende dall'ubicazione di nato al momento scelto di tempo transito (per la correzione per parallasse), così il momento corrispondente di tempo progresso dipende dall'ubicazione di nato a questo momento di tempo progresso. Perciò la trasformazione temporale costruita dipende dagli spostamenti di nato con tempo, ossia dalla sua linea mondiale. È anche possibile dire che la trasformazione costruita è piuttosto la trasformazione di linea mondiale nella stessa.

4.2.2. Direzione solare-terrestre

La direzione, o più esattamente la direzione solare-terrestre, è ottenuto dalla composizione di due progressioni solare-terrestri, ossia dalla ripetizione della trasformazione progressa solare-terrestre — il tempo direzionale è tempo progresso di tempo progresso. Può essere scritto da formula nella forma seguente. Se la trasformazione progressa è denominata dalla funzione t = P (T), la trasformazione direzionale da t = D (T) = P ( P (T)). È interessante che la versione della direzione formulata da Placido [11] differisce da quella definito in questo lavoro dal valore di non-linearità dell'ultima.

In collegamento con formulato, per la persona ordinaria, vivente sulla Terra e lentamente spostantesi lungo la sua superficie, è importante conoscere i suoi propri movimenti durante primi 3 mesi della sua vita. La linea mondiale di nato a primi tre mesi della sua vita quasi completamente definisce la trasformazione progressa per i primi 90 anni del tempo transito. Per ottenere il tempo direzionale è necessario calcolare il tempo corrispondente progresso due volte e per il secondo passo sostituire l'argomento della trasformazione progressa, dove al primo passo è stato messo il tempo transito, con il tempo progresso ottenuto al primo passo. I primi 90 anni di tempo transito corrisponderanno circa a 6 ore del tempo direzionale. Comunque, per la costruzione di questa trasformazione temporale è necessario conoscere i movimenti di nato non solo a primi 6 ore della sua vita, ma a primi 3 mesi. Questa particolarità é, probabilmente, la più curiosa del metodo direzionale conforme fra le particolarità del concetto proposto. Non è difficile sottoporrla a una verifica sperimentale, se trova un nato con i movimenti noti e significativi (da città a città) durante 3 primi mesi di vita.

Per distinguere le sorte diverse delle progressioni nelle formule, entriamo indici per trasformazioni P e D: t = PST (T) e t = DST (T) (esempio è dato per le progressioni e direzioni solare-terrestri). È chiaro che da 3 zodiaci è possibile scegliere 3 paia e, di conseguenza, costruire 3 sorte delle progressioni e direzioni: solare-terrestre, solare-lunare e lunare-terrestre.

4.3. Profezione

Eccetto le funzioni composite del tipo della direzione ottenuta dalla composizione di due trasformazioni identiche progresse, è possibile costruire funzioni composite miste. Il loro nome possibile è profezione, siccome una di tale trasformazioni — = RSL–ST (Tº  PSL ( PST (T)) è vicino alla determinazione solita. Si distinguano da ordine di applicazione delle trasformazioni. Chiamiamo come profezione veloce una tale trasformazione composita, in quale in primo luogo applica la trasformazione veloce al tempo transito, e dopo più lento. Veloce è identificato con quella trasformazione, quale "restringe" tempo per più volte. Ad esempio la trasformazione la più veloce da tutte progressioni è solare-terrestre. La seconda profezione chiamiamo come lento. Scriviamo le forme funzionali delle profezioni conformi, quali sono vicini alle profezioni tradizionali:
= RSL–ST (Tº  PSL ( PST (T)) — profezione rapida solare-lunare solare-terrestre;
= RST–SL (Tº  PST ( PSL (T)) — profezione lenta solare-terrestre solare-lunare. Tutte trasformazioni conformi, quali è possibile costruire nel modo così, ecceto direzione solare-terrestre, confermato dai metodi di Naibod e di Tolomeo-Placido, oggi sono le costruzioni ipotetiche. Per la prova delle quali, che si mostrano negli eventi di nato, è necessario avere il corpo significativo dei dati sperimentali.

<<< >>>